Itinerari Extraurbani

Il sentiero delle fate

Lungo questo itinerario rimarremo colpiti dal fascino e dalla bellezza della natura. Talvolta questa bellezza diventa misteriosa e foreste, grotte e alture diventano dimora di esseri fantastici, talvolta benevoli, altre volte dispettosi e vendicativi. Meta del percorso è lo splendido monumento naturale di “Su Stampu ‘e Su Turnu”.

 

Durata:  1 h.   
Dislivello: 130 m.     
Difficoltà: facile.


Il sentiero dei carbonai

Tra la misteriosa foresta di Margiani Ghiani e gli affascinanti paesaggi carsici, andremo alla riscoperta delle diverse attività produttive che un tempo venivano svolte dall’uomo, analizzandone gli sviluppi e i punti di contatto con la tradizione e la spettacolare natura circostante.

 

Durata:  30 min. 
Dislivello: 20 m. 
Difficoltà: molto facile.


Percorso Nigola

La particolarità di questo percorso sta nella “Scala ‘e Nigola”, un ripido passaggio obbligato che permette l’accesso all’altopiano. Superando alte pareti rocciose verticali ci inoltriamo in assenza di sentieri tracciati, in una spettacolare ambientazione con la totale immersione nella natura selvaggia, segnata dalla costante presenza delle incombenti rupi dolomitiche, dei folti boschi di leccio e dei cristallini e freschi torrenti ricchi di cascatelle. Le poche tracce umane del passato sono appena percettibili tra il folto della vegetazione, che si manifesta in tutto il suo fascino e la sua maestosità.

 

Durata:  2h.  
Dislivello: 140 m. 
Difficoltà: media (attraversamento di ripide pietraie fuori sentiero).